Graziano Bandini

Restauratore e Cembalaro

Graziano Bandini, dopo la maturità, si è dedicato allo studio del restauro del legno e ha conseguito la qualifica professionale di ebanista-restauratore frequentando il corso triennale organizzato dalla Regione Emilia Romagna. Iniziata l'attività professionale ha continuato a partecipare a corsi di aggiornamento sul restauro di opere d'arte presso la scuola di Botticino. Alcuni lavori importanti sono stati pubblicati dalle edizioni Grafis e dalla A&G.
Nel 1989 il restauro di alcuni fortepiani dell'Accademia Pianistica di Imola creano l'occasione per la prima esperienza di insegnamento al corso di restauro e costruzione di strumenti a tastiera gestito dalla stessa Accademia. Obbiettivo del corso la realizzazione di due copie del fortepiano Stein del 1778 conservato al Musikinstrumenten Museum di Norimberga. La collaborazione con il Maestro Scala crea nuove occasioni di incontro con maestri e studiosi dell'arte cembalara europea come: Cristofer Clarck, Donatella Degiampitro, Grant O'Brian. Numerosi i convegni e i seminari a cui ha partecipato con l'obiettivo di apprendere l'arte della costruzione di strumenti musicali. Preziosa è la collaborazione con Grant O'Brian, con il quale realizza il restauro di un clavicembalo della collezione di Franco Scala. Nel 1999, guidato da Franco Barucchieri, consegue la qualifica di "maestro cembalaro". Nello stesso anno inizia una nuova collaborazione con Grant O'Brian che porterà dopo quattro anni di lavoro alla realizzazione di un importante progetto: la costruzione di quattro clavicembali adottando lo stesso sistema utilizzato dagli antichi cembalari del passato.

g.bandini@claviantica.it